La tragedia del vecchio e presuntuso sovrano ruota, nella nostra versione, attorno al concetto di stra​ppo.

 

Per prima cosa Lear strappa stoltamente il proprio regno in tre parti e in conseguenza del suo gesto si strappa dal cuore l’unica figlia che prova per lui un amore sincero.

 

Le ingrate figlie strappano il patto che avevano stipulato con il padre e che prevedeva il prendersi cura dell’anziano genitore.

 

Il precipitare degli eventi strappa di casa il giovane Edgard,costretto a girovagare come un mendicante per le campagne dove incontrerà il padre, il fedele Gloucester cui la dedizione a Lear costerà cara: gli verranno infatti strappati gli occhi.

 

Lear scoprirà troppo tardi che solo in Cordelia albergava un sincero sentimento d’affetto; se ne accorgerà quando ormai alla più giovane delle figlie è già stata strappata la vita. 

 

Si scatenerà la furia degli elementi nella immortale scena della tempesta che, nel nostro allestimento, strapperà gli abiti di dosso all’interprete.

 

Il disarmato nudo dell’ex potente ormai privo di tutto sarà l’emblema della nostra chiave interpretativa. 

Re Lear                          Marco Pagani
Gonerille                        Daniela Vassallo
Regan                            Stefania Rosso
Cordelia                         Chiara Bosco

Conte di Gloucester       Aldo Stella

Conte di Kent                Eugenio Gradabosco
Duca di Albany             Cristiano Falcomer
Duca di Cornovaglia      Paolo Carenzo
Re di Francia                Carlo Cravino
Duca di Borgogna         Maurizio Fò
Edmund                       Gianandrea Muià
Edgar                           Luca Ghignone
Oswald                         Davide Farronato
Il Matto                        Giovanni Pupino
Primo Cavaliere           Alberto Di Palma
Secondo Cavaliere        Roberto Lai
Terzo Cavaliere            Donatella Degrandi  

 

Scene                           Maurizio Fò

Costumi                       Donatella Degrandi

Movimenti di scena     Emilio Frattini

KING LEAR- NED

lo strappo

  • facebook-square
  • YouTube base nera

C'è uno stupido dentro di me. Devo approfittare dei suoi errori.

 

                            Paul Valéry

Iscriviti alla nostra Newsletter!